Concluso
Workshop in aula - Finanziare progetti sociali con fondi pubblici e privati

Il workshop tematico fornisce ai partecipanti il panorama completo delle opportunità di finanziamento disponibili per il settore sociale.

Le organizzazioni pubbliche e private possono trovare finanziamenti per le loro attività e i loro progetti a finalità sociale sia attraverso fondi privati nazionali e internazionali, sia attraverso i fondi europei. Per rendere concrete queste opportunità e per aumentare le chances di successo dei progetti è, tuttavia, necessario avere un quadro chiaro e quanto più possibile completo:

  • delle imprese e delle fondazioni esistenti a livello nazionale e internazionale e dei modelli più efficaci per pianificare una strategia di azione adatta all'ente di appartenenza;
  • dei programmi europei nazionali e internazionali nel cui ambito vi sono misure e azioni che finanziano iniziative e progetti a “vocazione sociale”;
  • delle tecniche per preparare progetti che rispondano agli standard richiesti dall'ente erogatore.

Il workshop risponde a questa specifica esigenza di fare chiarezza sui fondi disponibili per iniziative e progetti a contenuto sociale e promuove una "metodologia di finanziabilità" che integra e combina le opportunità provenienti dal settore privato con quelle rese disponibili dall'Unione Europea.

 

A chi si rivolge

Associazioni, cooperative sociali, onlus, ONG, enti pubblici e privati, imprese sociali, organismi territoriali impegnati nello sviluppo locale, organizzazioni della società civile e volontariato, aziende di sviluppo, organizzazioni di categoria, professionisti e consulenti del terzo settore.

 

Al termine del workshop i partecipanti saranno in grado di:

  • orientarsi tra i diversi strumenti di finanziamento a sostegno di azioni o progetti a vocazione sociale;
  • conoscere e partecipare ai programmi di finanziamento destinati al sociale;
  • verificare la correttezza della propria proposta progettuale in relazione alle condizioni previste dai bandi;
  • costruire una "matrice di finanziabilità" che integri fondi privati e fondi europei;
  • rafforzare le proprie competenze in materia di progettazione sociale;
  • costruire una proposta progettuale coerente dal punto di vista tecnico e sotto il profilo finanziario.