4.7 ( 37 Recensioni ) Vedi tutte
TECNICHE E METODI PER LA REDAZIONE DI PROGETTI EUROPEI
8 Lezioni
3 Ore di video lezioni
Descrizione corso

Obiettivo

Il corso propone una “cassetta degli attrezzi”, contenente gli strumenti per la redazione e la gestione dei progetti europei, con particolare attenzione al Quadro Logico e al Project Cycle Management.

 

Destinatari

Il corso è rivolto a imprenditori, professionisti, consulenti d'azienda, dipendenti pubblici e privati che desiderano acquisire competenze tecniche nell'ambito dell'euro-progettazione per la stesura di proposte progettuali in linea con le richieste della Commissione Europea.

Cosa imparerai
La matrice di finanziabilità per selezionare i fondi più idonei alla tua idea
La scheda di sintesi per interpretare i bandi e riassumerli in punti chiave
Il quadro logico per definire il tuo progetto in modo coerente
La Work Breakdown Structure per strutturare un piano di lavoro efficiente
Il diagramma di Gantt per organizzare le tempistiche progettuali
Gli strumenti di ricerca e coordinamento per costruire e gestire un partenariato
Il linguaggio del settore per compilare la documentazione necessaria
L’approccio del Project Cycle Management per gestire il tuo progetto
I docenti del corso
Roberto Carpano
Project e Financial Manager
Antonello Fiorucci
Project e Financial Manager
Sabrina Brutto
Project Manager
Il programma del corso
01
ANALISI E MONITORAGGIO DEI BANDI
Durata 18 minuti

Selezionare i programmi di finanziamento più adatti a sviluppare la nostra idea progettuale e raccoglierli in una matrice di finanziabilità è una competenza fondamentale per rendere efficace il nostro lavoro di progettazione.

Imparare a cercare i bandi, ad analizzarli e ad adattare la nostra idea progettuale ai loro criteri di aggiudicazione, ci aiuta a massimizzare le nostre opportunità di successo.

02
PROGETTAZIONE DI BASE: IL PROJECT CYCLE MANAGEMENT
Durata 16 minuti

Il Project Cycle Management è un processo costituito da 6 fasi:


  1. Programmazione

  2. Identificazione

  3. Formulazione

  4. Finanziamento

  5. Realizzazione

  6. Valutazione

Imparare a padroneggiarle, ci permette di rispondere alle vere necessità dei destinatari del progetto, di implementare attività efficaci e di qualità, di apportare eventuali miglioramenti lungo il percorso e di raggiungere tutti gli obiettivi prefissati, oltre che assicurare la sostenibilità degli stessi.

03
PROGETTAZIONE DI BASE: IL QUADRO LOGICO
Durata 24 minuti

Il Quadro Logico è una matrice, formata da 4 colonne e 4 righe, che identifica e quantifica i diversi punti chiave di un progetto, assicurandone coerenza e chiarezza. E’ il cardine di qualsiasi formulario di candidatura e si basa sul principio della relazione causa-effetto tra obiettivo generale, obiettivo specifico, risultato atteso e attività, rendendo la proposta progettuale solida e congruente in tutte le sue parti.

04
PROGETTAZIONE DI BASE: COSTRUZIONE DEL QUADRO LOGICO
Durata 22 minuti

È importante che il QL si colleghi al bando di riferimento. Di conseguenza, per definire l’obiettivo generale del progetto, è utile partire dall’obiettivo generale del bando, in modo da soddisfare il criterio della pertinenza, e poi compilare la matrice fino alle attività, assicurandosi che vi sia una relazione causa-effetto tra le celle sia leggendo la matrice dall’altro verso il basso che viceversa.

05
REDAZIONE E GESTIONE DEL PROGETTO: IL PARTENARIATO
Durata 19 minuti

Nel redigere un progetto finanziato dall’UE abbiamo 3 tipologie di partner principali:


  1. capofila

  2. partner di progetto

  3. partner associati

Ognuno di questi ha ruoli ben diversi e complementari. Nel momento in cui la proposta viene ammessa a finanziamento, il capofila firma il Grant Agreement con la Commissione Europea, mentre i partner di progetto si impegnano in una relazione di carattere giuridico con il capofila attraverso la firma del Consortium Agreement.

Capire le responsabilità tra i partner, le modalità di collaborazione, i vincoli giuridici e gli aspetti finanziari è fondamentale per evitare incidenti di percorso e raggiungere gli obiettivi prefissati.

06
REDAZIONE E GESTIONE DEL PROGETTO: DOCUMENTAZIONE
Durata 16 minuti

Esistono 2 tipi di documentazione richiesti dalla CE per partecipare a un progetto europeo: quella da fornire prima dell’invio del progetto e quella da produrre nella fase successiva all’aggiudicazione dello stesso.

La prima serve da referenza alla CE per capire quale genere di esperienze e competenze sono state accumulate dai partner. La seconda, invece, è necessaria per mantenere una rigorosa condotta amministrativa, così da evitare difficoltà in caso di attività di audit e controlli da parte della CE.

07
REDAZIONE E GESTIONE DEL PROGETTO: WORK BREAKDOWN STRUTCTURE
Durata 20 minuti

Per Work Package intendiamo quelle porzioni minori del progetto, affidate ai vari partner. All'interno di un singolo WP vengono predisposti tutti i task(attività) necessari affinché il WP si concretizzi.

Terminato ogni task si ottiene un prodotto, anche detto deliverable. Il prodotto finale tangibile del progetto viene, invece, detto output. Per quanto riguarda il diagramma di Gantt, questo offre una chiara resa visiva di quello che sarà il percorso temporale del progetto. Il diagramma di Pert fornisce, invece, un'immediata visualizzazione delle relazioni di interdipendenza tra i vari task.

08
FATTORI DI SUCCESSO PER LA REDAZIONE DI PROPOSTE VINCENTI
Durata 24 minuti

Rispettiamo i criteri di eleggibilità del bando; studiamo i criteri di valutazione della proposta e applichiamoli nella stesura; ricordiamoci che è l’idea progettuale a doversi adattare al bando e non viceversa; teniamo presente la coerenza interna del progetto e le relazioni causa-effetto tra gli elementi chiave che lo compongono; cerchiamo partner mossi dalle nostre stesse motivazioni; assicuriamoci che il progetto sia sostenibile e mantenga i risultati raggiunti dopo la sua conclusione; siamo innovativi e, per quanto riguarda lo stile, evitiamo ripetizioni e parole autoreferenziali.

Recensioni totali
4.7
Silvia B.
Feb. 11, 2020, 11:23 a.m.

Alessandro M.
Feb. 9, 2020, 11:52 a.m.

Francesca T.
Jan. 21, 2020, 12:15 p.m.

Un buon corso, con concetti ben espressi e potenzialmente utili al progettista

Comitato scientifico
Il Comitato scientifico, composto da tre membri selezionati dal mondo accademico, della diplomazia e dell’alta amministrazione, valuta le nuove proposte formative e i programmi didattici, e fornisce a Prodos Academy gli input necessari per un continuo adeguamento dell’offerta alle reali necessità di mercato
Raffaele LANGELLA
Ambasciatore
Vedi Bio
Chiara FAVILLI
Professore di diritto dell'Unione europea
Vedi Bio
Alessandro ALBINO FREZZA
Project e Financial Manager
Vedi Bio
Enti convenzionati